SOCIETA’. Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, UNC: “Istituire il reato di stalking”

"La violenza sulle donne è un delitto infame, che rende indegno chiunque lo compia". E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. "Secondo l’Istat – continua Dona – in Italia sono quasi 7 milioni le donne tra i 16 e i 70 anni che hanno subìto almeno una violenza fisica o sessuale nel corso della loro vita. E’ un dato sconcertante che deve indurci a proseguire nel difficile cammino verso la civiltà della convivenza e del rispetto". "Chiediamo al Governo -conclude Dona- di approvare al più presto la legge che istituisce il reato di stalking".

Intanto a Bruxelles domani si inaugura una mostra in cui sono esposti i disegni, fatti dai bambini, che stigmatizzano la violenza sulle donne. Sono stati circa 30mila i bambini tra gli 8 e i 10 anni di tutto il mondo che hanno partecipato al concorso di disegno sul tema dell’uguaglianza dei sessi, lanciato dalla Commissione Ue l’8 marzo 2008.

"Il nostro obiettivo – ha dichiarato il Commissario Ue responsabile delle relazioni esterne Benita Ferrero-Waldner – è quello di far rispettare e proteggere i diritti delle donne in tutto il mondo, facendo partecipare a questo processo anche i bambini, facendo un investimento per il futuro".

Secondo il Fondo di sviluppo delle Nazioni Unite per la donna (Unifem) almeno una donna su tre nel mondo è stata picchiata, violentata o maltrattata nel corso della sua vita, con pesanti conseguenze sociali e mediche. E’ questo uno dei principali motivi per cui le Nazioni Unite hanno proclamato il 25 novembre la Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Comments are closed.