SOCIETA’. Il 20 giugno la Giornata Mondiale del Rifugiato

Sarà dedicata al tema della protezione, intesa sia come difesa del diritto d’asilo che come riparo e aiuto umanitario, la prossima Giornata Mondiale del Rifugiato, organizzata dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR). La Giornata, che sarà celebrata il 20 giugno, vedrà in Italia l’organizzazione di una conferenza a Roma con i rappresentati delle istituzioni, del mondo della cultura e della società civile, di rifugiati e richiedenti asilo. Ci sarà la cerimonia di assegnazione del premio "Per mare – al coraggio di chi salva vite in mare", frutto della collaborazione con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, assegnato a chi soccorre i migranti vittime di naufragi – a consegnarlo il presidente della giuria Andrea Camilleri. E per l’occasione sarà lanciata la campagna di sensibilizzazione "Proteggere i rifugiati è un dovere. Essere protetti è un diritto", che comprende uno spot televisivo e uno radiofonico.

"A costringere i rifugiati ad abbandonare la propria casa, la propria terra ed i propri cari può essere una persecuzione individuale di natura politica, culturale, sociale o religiosa, una guerra o massicce violazioni dei diritti umani – afferma l’UNHCR nella nota di lancio della Giornata – Quale che sia la causa primaria che li spinge alla fuga, tutti i rifugiati hanno diritto a ricevere protezione, sia dalle entità statali o non statali che li minacciano che dalla mancanza di cibo, alloggi, cure mediche e scuole per i più piccoli".

Comments are closed.