SOCIETA’. “Il Sud non è un peso per l’Italia”. Lo dice il Sottosegretario all’Interno Davico

«Il Sud non sarà affatto un peso per l’Italia. Bisogna potenziare questo splendido patrimonio per non lasciarlo sfiorire ma potenziandone al meglio le risorse. E’ quanto si legge in un comunicato del Sottosegretario del Ministero dell’Interno, Michelino Davico, che oggi partecipa alla XXIV edizione del premio Sele d’oro Mezzogiorno.

Dal 1987, ogni anno, a Oliveto Citra, in provincia di Salerno, si svolge questa manifestazione che tocca le tematiche principali del Sud dell’Italia e vuol diffondere una nuova idea di Meridionalismo. Il dibattito di oggi, che inizia alle 18, ha come titolo "Sicurezza: destra o sinistra?" e vedrà il Sottosegretario Davico a confronto con il sindaco di Salerno. "Occorre far capire ai cittadini che lo Stato c’è attraverso tutte le sue Istituzioni e Territori" ha sottolineato Davico. "Il primo intervento che ha caratterizzato l’azione di Governo è stato il "pacchetto sicurezza". Un percorso necessario e articolato che porterà al ripensamento e al miglioramento della convivenza civile attraverso l’affermazione della legalità e della giustizia tutelando tutti i cittadini, a partire da quelli socialmente più deboli. La sicurezza che rappresenta un diritto fondamentale per tutti, si costruisce grazie e soprattutto all’azione congiunta e coordinata dei soggetti istituzionali preposti ad essa, insieme ai cittadini. Fondamentale – ha concluso Davico – è dunque la forza dei Territori e ciascuno, Nord o Sud, aree metropolitane o piccoli comuni, autorità o cittadino, è chiamato al proprio dovere e ad un rinnovato senso civico".

Altro evento importante nell’ambito del Premio Sele d’oro Mezzogiorno è stata la visita del sottosegretario al Lavoro Pasquale Viespoli, il quale ha annunciato che il Governo è disponibile alla stipula di un’ intesa istituzionale di programma al fine di rendere più spedita la realizzazione di Territorio Dei Saperi, l’ambizioso progetto strategico che doterà Oliveto Citra di un grande contenitore per la produzione culturale, la formazione, lo sviluppo della creatività giovanile.

Il Presidente del Consiglio provinciale di Salerno Carmine Pignata, che ha fatto gli onori di casa, ha ringraziato ufficialmente Viespoli che "ha dimostrato di essere un autentico uomo del Sud, capace di comprendere i bisogni e le attese delle comunità meridionali". "Territorio Dei Saperi – ha dichiarato Pignata – non sarà solo un luogo fisico, ma un grande attrattore di intelligenze e di talenti: uno strumento attraverso il quale i nostri giovani potranno avviarsi, concretamente, verso le nuove professioni, le attività artistiche, la ricerca, i mestieri creativi. Una vero e proprio laboratorio della nuova Oliveto, dentro il quale i nostri ragazzi saranno accompagnati nella loro crescita da docenti, artisti e creativi di fama nazionale e internazionale".

A concludere la giornata di oggi, alle ore 21 prenderà il via Demo d’Autore, la kermesse musicale che vedrà in gara gruppi e artisti emergenti, provenienti da ogni parte di Italia. La rassegna musicale continuerà fino a venerdì 12 settembre, con l’assegnazione del Premio Demo d’Autore.

Comments are closed.