SOCIETA’. Il tempo delle donne: lavorano sempre più degli uomini. Dati Istat

Il tempo di lavoro totale delle donne è pari, in una giornata, a 9 ore e 10 minuti contro le 8 ore e 10 minuti degli uomini. Nel dato viene compreso sia il lavoro retribuito sia quello familiare, che rimane ancora quasi totale appannaggio dell’universo femminile. Già a settembre una ricerca della Camera di Commercio di Milano aveva evidenziato che la giornata delle donne dura 27 ore, merito (o colpa?) del multitasking, dell’abilità o forse della necessità femminile di fare più cose contemporaneamente, specialmente quando si lavora: si gestiscono contemporaneamente computer e telefono, se si lavora in casa contemporaneamente si cucina, ci si veste ascoltando le notizie, si lavora durante gli spostamenti in treno. Ora l’Istat fotografa come ci sia ancora divario di genere: è quanto emerge nei dati de "La divisione dei ruoli nelle coppie".

Rileva l’Istat: "Per analizzare il grado di condivisione dei carichi di lavoro familiare nella coppia, è possibile utilizzare l’indice di asimmetria del lavoro familiare, che misura quanta parte del tempo dedicato da entrambi i partner al lavoro domestico, di cura e di acquisti di beni e servizi è svolto dalle donne. Nel 2008-2009 il 76,2% del lavoro familiare delle coppie è ancora a carico delle donne, valore di poco più basso di quello registrato nel 2002-2003 (77,6%)". Rimane dunque una forte disuguaglianza di genere nella divisione del carico di lavoro familiare, che attraversa tutto il Paese, con differenze – evidente – nelle coppie in cui la donna non lavora e minore impatto nelle coppie settentrionali senza figli in cui la donna lavora e nelle coppie con donna lavoratrice laureata.

Rileva ancora l’Istat: "Il tempo di lavoro totale è pari alla somma del tempo dedicato al lavoro retribuito e di quello dedicato al lavoro familiare. Il tempo di lavoro totale delle donne lavoratrici è più alto di quello dei loro partner, sia nelle coppie con figli che in quelle senza figli. Si tratta, in particolare, di 9h10′ di lavoro totale femminile contro le 8h10′ degli uomini. In presenza di figli il divario cresce: le madri occupate complessivamente dedicano al lavoro 9h28′ a fronte delle 8h17′ dei padri".

Comments are closed.