SOCIETA’. In piazza il 22 maggio per firmare l’appello in difesa della ricerca e della scienza

Oltre 300 scienziati di tutto il mondo, provenienti da 20 paesi diversi, ieri hanno sottoscritto una lettera per appoggiare pubblicamente il professor Gilles-Eric Séralini dell’Università di Caen, e i suoi collaboratori, che sono stati attaccati duramente dalle lobbies agro-biotecnologiche (l’appello si può sottoscrivere su: http://sciencescitoyennes.org e www.ensser.org).

Il professore francese ha analizzato i dati su tre varietà di mais della Monsanto (MON 863, MON810 e NK603), gli effetti dell’erbicida glifosate e ha fatto un’analisi della melanzana biotech di cui si è discusso per l’introduzione in India. "I suoi studi – si legge in una nota congiunta di Simona Capogna, Vicepresidente VAS, Rosario Trefiletti, Presidente Federconsumatori, Elio Lannutti, Presidente Adusbef, Fabio Venanzi, Segretario Generale Arcipesca, pubblicati su riviste scientifiche non sono stati superati da nuove evidenze scientifiche, ma questo non ha impedito i tentativi di screditare lo scienziato, definito mercante di paura per aver creato dubbi sulla salubrità degli Ogm".

Per questo i cittadini saranno invitati il 22 maggio 2010, in 50 piazze italiane, a sottoscrivere l’appello in difesa del prof. Séralini, durante la V Edizione della Giornata Nazionale Mangiasano organizzata da VAS, Verdi Ambiente e Società, in collaborazione con Cia, Anabio, Libera, Upter, Upter Solidarietà, Adusbef, Amab, Federconsumatori e Arcipesca. Il tema della giornata Mangiasano è la zootecnia sostenibile.

"Purtroppo – continua la nota delle associazioni – proprio gli animali pagano il prezzo più alto per l’introduzione degli Ogm in Europa: le materie prime biotech importate vengono utilizzate soprattutto negli allevamenti e, tramite i prodotti animali, sulle nostre tavole. La ricerca scientifica che si occupa di sicurezza alimentare e di beni comuni è, quindi, una componente imprescindibile, che va difesa con forza, anche per la realizzazione di una zootecnia sostenibile".

 

Comments are closed.