SOCIETA’. Inaugurato a Roma l’Anno europeo delle Pari Opportunità per tutti

Un anno dedicato alla promozione delle Pari Opportunità e alla lotta contro le discriminazioni. Il 2007 è stato infatti promosso dall’Unione Europea come "Anno europeo delle Pari Opportunità per Tutti" con l’obiettivo di proporre un dibattito più esteso sui benefici della diversità per le società europee e di rendere i cittadini dell’Unione europea più consapevoli del loro diritto a ricevere uguale trattamento e a vivere una vita priva di discriminazioni. L’Anno europeo è stato inaugurato il 30 e 31 gennaio 2007 a Berlino in occasione del primo vertice sull’uguaglianza, un’iniziativa congiunta della Commissione europea e della Presidenza tedesca dell’UE. E oggi l’evento è stato inaugurato e celebrato in Italia, a Roma, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. L’Anno europeo delle Pari Opportunità intende attirare l’attenzione dei cittadini europei sui vantaggi della diversità – risorsa e non problema – e sensibilizzarli sul loro diritto ad avere uguale trattamento e una vita priva di qualsiasi discriminazione relativa a sesso, origine etnica, handicap, orientamento sessuale, religione o convinzioni personali. Secondo il presidente della Repubblica Napolitano, per affermare pari opportunità per le donne "occorrono azioni positive e normative e anche comportamenti indotti dall’azione di governo". Napolitano ha ricordato l’importanza dell’Europa "che dà un forte impulso. È molto importante mantenere fermo il punto dell’Ue e progredire grazie a quel Trattato di cui si sta discutendo a Berlino".

Comments are closed.