SOCIETA’. Indagine Demos-Coop: i giovani italiani sono info-nauti

I giovani italiani oggi, oltre ad essere internauti e dunque appassionati della rete, sono diventati info-nauti, cioè si informano quotidianamente attraverso Internet. Secondo loro, infatti, l’informazione più indipendente e libera si trova in rete a discapito dei giornali che vengono letti molto di più dagli adulti. E’ questo il quadro che emerge da un’indagine Demos-Coop diffusa oggi, che evidenzia un dato importante: l’utilizzo di Internet da parte dei ragazzi va oltre le chat, i blog, face-book e il download di musica; funge ogni giorno da fonte di informazione, al pari della tv.

Ad informarsi quotidianamente tramite la rete è, infatti, il 74% dei ragazzi tra 15 e 24 anni (+19% rispetto al 2007) e il 63% di quelli tra 25 e 34 anni (+15% rispetto al 2007); gli over 64enni sono soltanto il 7%. Loro, infatti, privilegiano la Tv o i giornali. Significativo è poi il nesso, che emerge dall’indagine, tra democrazia e comunicazione: il 35% degli intervistati ritiene che indipendenza e libertà di informazione (dunque democrazia) oggi appartengano in primo luogo alla rete. Al secondo posto c’è la Tv, per il 25%, e al terzo i quotidiani (20%).

Ma dietro questa opinione c’è una discriminante che è il fattore età. Gli adulti oltre i 64 anni che ritengono che la Tv sia il canale di informazione più libero e indipendente sono il 34%, cioè il doppio dei giovani tra 15 e24 anni che sono il 18%. Tendenza inversa per quanto riguarda internet: per il 59% dei giovani è lo strumento di informazione più democratico, mentre lo è soltanto per il 6% dei più anziani.

Comments are closed.