SOCIETA’. Istat: nel 2008 la popolazione italiana supera la soglia dei 60 milioni

Il numero dei residenti in Italia ha superato il traguardo storico dei 60 milioni e lo ha fatto soprattutto grazie ai flussi migratori. Lo conferma oggi l’Istat, pubblicando il Bilancio demografico mensile, con i dati relativi al periodo tra gennaio e novembre 2008 registrati in tutti i comuni italiani. Alla fine del mese di novembre 2008 i residenti nel nostro Paese sono stati 60.017.677.

Il 2008 ha confermato le tendenze emerse tra la popolazione italiana negli ultimi anni, e cioè: un saldo naturale tendenzialmente negativo, un elevato saldo migratorio con l’estero e un aumento della popolazione soprattutto nelle regioni del Nord e del Centro. Da gennaio a novembre 2008 i residenti in Italia sono aumentati dello 0,7%, quasi 400mila unità. L’incremento si è concentrato nelle regioni del Nord-est (+1,1%), del Centro (+1%) e del Nord-ovest (+0,8%). In questo periodo è stato registrato un saldo naturale negativo in quasi tutta l’Italia (-4.431), ad eccezione della parte meridionale ed insulare.

All’anagrafe si sono avute 528.722 nuove iscrizioni per nascita, con un aumento dell’1,9% rispetto al 2007; al Centro c’è stato il numero di nascite più elevato (6%) mentre al Meridione c’è stato un decremento (-0,8%). Rispetto al 2007 è cresciuto del 2,2% il numero di cancellazione per morte che nel 2008 è stato di 533.203 persone. Positivo è risultato il movimento migratorio con l’estero (+420.236), concentrato principalmente nelle regioni del Nord-est, Nord-ovest e Centro.

 

Comments are closed.