SOCIETA’. Italia, Cipro, Malta e Grecia insieme per portare nell’Ue la migrazione mediterranea

E’ nato ieri il "gruppo dei quattro". Italia, Malta, Cipro e Grecia hanno raggiunto un accordo per costituire un fronte comune con l’obiettivo di porre all’attenzione dell’Ue l’intensità e la particolarità dei flussi migratori del Mediterraneo. "Siamo determinati a far sentire la nostra voce al tavolo di Bruxelles" ha assicurato il ministro dell’Interno Roberto Maroni, nel corso dell’incontro di ieri a La Valletta con il ministro Giustizia e Affari Interni maltese Carmelo Mifsud Bonnici.

"I problemi del Mediterraneo – ha osservato il ministro Maroni – sono stati per molto tempo trascurati e lasciati senza soluzione. Vogliamo che l’Europa accetti il trasferimento verso altri Stati membri degli immigrati intercettati da Frontex nel Mediterraneo, altrimenti rimaniamo solo noi a fronteggiare il problema senza alcun interesse da parte di Bruxelles". Secondo Maroni gli Stati membri dovrebbero comprendere la portata del problema e arrivare ad una distribuzione equa degli immigrati intercettati dall’Agenzia europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne (Frontex). L’Italia si è proposta come Paese leader in Europa per fronteggiare i problemi dell’immigrazione che interessano le coste del Mar Mediterraneo.

Comments are closed.