SOCIETA’. L’Aquila ha una nuova Università grazie ai contributi di NIAF e Notai

A poco più di 2 anni dal terribile sisma che ha messo in ginocchio l’Aquila e l’Abruzzo intero, provocando la morte di oltre 300 persone, il capoluogo abruzzese ha di nuovo un’Università: inaugurata oggi, la nuova struttura didattica dell’Università degli Studi dell’Aquila, situata presso il Polo didattico di Coppito (AQ), è stata realizzata con i fondi raccolti dal Comitato "Notai per L’Aquila" e da NIAF – The National Italian American Foundation. Nel mese di giugno 2010 è stata formalizzata una convenzione tra la Fondazione dell’Università degli Studi dell’Aquila e NIAF -The National Italian American Foundation -, relativa alla realizzazione e donazione di una struttura destinata a favorire l’ospitalità di studenti e ricercatori stranieri, un vero e proprio Centro per scambi internazionali, del valore complessivo di 250.000 dollari. L’edificio è costituito da diversi moduli collegati da un corpo centrale, per una superficie complessiva di oltre 400 mq.

"Siamo felici che il nostro contributo sia rivolto alle nuove generazioni che rappresentano il futuro e il motore di sviluppo del territorio" ha commentato il Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato, Giancarlo Laurini. "Quella di oggi è un’altra tappa raggiunta: è stato restituito agli studenti aquilani un nuovo spazio per studiare e progettare il proprio futuro – ha dichiarato Vittorio Altiero, Presidente dei Consiglio notarile dei Distretti riuniti di L’Aquila, Sulmona e Avezzano ricordando – i notai dell’Aquila non hanno mai interrotto il loro servizio, ma vorrei ringraziare pubblicamente anche i colleghi del resto d’Italia che con entusiasmo hanno dato il loro supporto per la ripresa delle attività".

 

Comments are closed.