SOCIETA’. Lavoro, stime Istat. Preoccupate Federconsumatori e Adusbef

"I dati diffusi oggi dall’Istat relativamente alla disoccupazione, purtroppo, confermano ancora una volta che la via d’uscita dalla crisi è ancora lontana." Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef, commentano le stime Istat sull’occupazione e la disoccupazione.

A preoccupare maggiormente i due Presidenti sono le stime sulla disoccupazione giovanile, che ha toccato la vetta del 29%, il livello più alto dal 2004. "Questo dato, insieme alla crescita della cassa integrazione (oltre 1,2 miliardi di ore) ed al vero e proprio crollo dei consumi e del potere di acquisto delle famiglie avvenuto da 3 anni a questa parte (rispettivamente del -6% per i consumi e del -9,6% per il potere di acquisto), aggrava ulteriormente le già misere e striminzite prospettive sul Pil 2011 e 2012 (dallo 0,9 all’1%)".

Secondo Trefiletti e Lannutti "non si possono rimandare oltre interventi decisi e determinati per invertire questa tendenza, anche alla luce della stangata che le famiglie dovranno subire nel 2011 e che, aggiornata alla luce degli aumenti superiori a quelli previsti per le tariffe autostradali, per i carburanti e viste le ultime decisioni in tema di addizionali (tasse) territoriali, toccherà quota 1.164 Euro annui a famiglia".

Comments are closed.