SOCIETA’. Lazio, 102 comuni sperimentano processi partecipativi sul bilancio

La Regione Lazio si attiva per coinvolgere i cittadini nella vita politica locale. Saranno ben 102 i comuni della regione che avvieranno, in via sperimentale, processi partecipativi riguardanti il bilancio. Ciò sarà possibile grazie al secondo bando, promosso dall’assessorato al Bilancio, sulla programmazione economico-finanziaria e partecipazione. Con uno stanziamento di 229.000 euro, infatti, altri 40 comuni hanno ottenuto i finanziamenti destinati alla diffusione di nuove forme di "coinvolgimento dei cittadini nelle decisioni dell’amministrazione per le proprie scelte economiche".

Finora sono 62 i comuni e 3 i municipi romani ad aver intrapreso sperimentazioni di ‘bilancio partecipato’. "Con queste nuove risorse – dichiara Luigi Nieri, assessore al Bilancio, programmazione economico-finanziaria e partecipazione della Regione Lazio – 1 comune su 4 potrà sperimentare nuove forme di democrazia e di condivisione delle scelte. Un risultato straordinario che su questo fronte ci pone al primo posto in Europa. Basti pensare che in tutta Italia, al di fuori della nostra regione, sono circa 50 i comuni che hanno scelto di intraprendere questo percorso".

L’iniziativa della regione rientra nel Programma Habitat realizzato dall’Onu nell’ambito della ‘Campagna Globale per la Governance Urbana’: nel mondo sono circa 1000 le città che hanno attuato forme gestione pubblica partecipata. "Ciò significa – afferma Nieri – che l’esperienza laziale rappresenta 1/10 delle iniziative promosse a livello mondiale". "Nel nostro caso si tratta di contributi concessi a grandi e piccoli comuni proporzionalmente al numero di abitanti. La Giunta regionale conferma così il suo impegno verso gli obiettivi di trasparenza e condivisione delle scelte che stanno alla base del nostro lavoro. La partecipazione alle scelte economico-finanziarie sta diventando con il tempo una pratica necessaria, condivisa da molte amministrazioni".

Comments are closed.