SOCIETA’. Lazio stanzia 700mila euro a favore della partecipazione alla vita democratica

Potenziare le forme partecipative dei cittadini alle scelte politiche della comunità. La regione Lazio ha deciso di rilanciare e promuovere processi di coinvolgimento alla vita democratica mediante lo stanziamento complessivo di 700mila euro. Ne beneficieranno municipi e comuni che proporanno iniziative in tal senso. L’entità del contributo sarà proporzionale al numero di residenti nel comune richiedente e sarà assegnato per mezzo di un bando.

"La partecipazione oggi – spiega Luigi Nieri, assessore al Bilancio, Programmazione Economico-Finanziaria e Partecipazione della Regione Lazio – non è più solo un’opportunità ma una necessità reale: il fondamento della democrazia si basa sulla continua disponibilità e capacità dei governi a recepire le istanze dei cittadini. Sono profondamente convinto che, dopo il ‘caso Lazio’ e i numerosi scandali avvenuti nella nostra regione, sia doveroso aprire le porte delle amministrazioni a tutti".

"L’informazione e la trasparenza – conclude Nieri – sono un antidoto efficace contro malaffare e corruzione. Dopo aver avviato il processo partecipativo a livello regionale vogliamo sollecitare e sostenere questa buona pratica all’interno delle singole amministrazioni comunali. È importante creare una rete virtuosa che parta dal piccolo centro e arrivi fino al governo centrale; in questo modo si consente alle persone di partecipare alle decisioni sin dal momento della loro nascita e osservarle nei loro sviluppi".

Comments are closed.