SOCIETA’. Libia nega accesso ai cittadini Schengen, reazione dell’Ue

Le autorità libiche hanno deciso di sospendere la concessione dei visti d’ingresso e di negare l’accesso al territorio libico ai cittadini dell’Unione Europea dell’area Schengen. La Commissione Europea spera in una soluzione diplomatica e fa sapere che la questione sarà discussa in settimana dalla Commissione europea, dagli Stati membri dell’UE e dai paesi associati a Schengen nell’ambito del Gruppo "Visti", "che valuterà quale sia la reazione adeguata".

La Commissaria europea responsabile degli Affari interni, Cecilia Malmström, ha dichiarato: ”La Commissione europea deplora la decisione unilaterale e sproporzionata delle autorità libiche di sospendere il rilascio dei visti ai cittadini dell’UE dei paesi Schengen. La Commissione deplora inoltre il fatto che sia stato negato l’ingresso in Libia a viaggiatori che avevano legalmente ottenuto il visto prima che il provvedimento di sospensione fosse adottato".

Intanto la Farnesina rende noto che domani 17 febbraio il Ministro degli Esteri italiano Franco Frattini incontrerà a Villa Madama il Ministro degli Affari Esteri libico, Mousa Kousa e il Ministro degli Affari Esteri maltese Tonio Borg.

 

 

Comments are closed.