SOCIETA’. Lotta alla discriminazione, Commissione Ue indice concorso tra giornalisti

Il 15% degli europei ritiene di aver subito discriminazioni. Per questo motivo la Commissione europea indìce per il sesto anno consecutivo il concorso giornalistico "Sì alle diversità. No alle discriminazioni". Aperto a giornalisti della stampa tradizionale e della stampa on line, il concorso intende dare risalto ai talenti degli operatori dei mass media che, con i loro scritti, contribuiscono a una migliore comprensione dei vantaggi della diversità e al superamento delle discriminazioni fondate sulla religione o le convinzioni personali, gli handicap, l’età, le tendenze sessuali, la razza o l’origine etnica. Il concorso di quest’anno prevede una categoria specifica per articoli consacrati alla correlazione tra povertà e discriminazione.

Possono partecipare articoli pubblicati nell’UE tra il 30 novembre 2008 e il 31 agosto 2009 sulla stampa scritta o on line. Le candidature vanno presentate a http://journalistaward.stop-discrimination.info. Concluso il periodo di iscrizione in tutti e 27 gli Stati membri si riuniranno le giurie nazionali per selezionare gli articoli vincenti. Una giuria europea sceglierà tra i 27 vincitori nazionali i tre articoli migliori e proclamerà i tre vincitori del Premio giornalistico europeo. Il vincitore del primo premio riceverà 4 500 euro, il secondo e il terzo classificato riceveranno rispettivamente 3 000 euro e 2 000 euro.

Comments are closed.