SOCIETA’. Milano, business e terza età: crescono le imprese degli “over70”

Quando l’esperienza conta. Commercianti, artigiani, titolari di piccole e medie imprese: nella Provincia di Milano sono sempre di più gli imprenditori ultrasettantenni. Secondo la Camera di Commercio locale, sono 5.460 le ditte individuali guidate da over70, con una crescita nell’ultimo quinquennio del 18,6% (contro un aumento nazionale del 3,2%). In molti casi si tratta di donne (22,5% delle imprese analizzate), che a nipoti e uncinetto preferiscono fatture e fornitori. Fra i settori prescelti dai "maturi" businessmen il commercio (40,1%) ed il manifatturiero (15,7%). Meno diffusa invece l’agricoltura, che registra un 12%. Quale sondaggio più consono per festeggiare la festa dei nonni?

Nel capoluogo lombardo sono notevolmente aumentati i titolari della terza età nei campi dell’intermerdiazione bancaria e finanziaria (+92,6%), negli affari immobiliari, noleggio e ricerca (+39,6%) e nell’edilizia (+37,3%). Fra gli iscritti alla Camera di Commercio di Milano ci sono anche persone con oltre 90 anni di età e decenni di clientela alle spalle.

"Gli anziani – sottolinea Carlo Sangalli, presidente della CdC milanese – sono una ricchezza nella nostra società, a partire dalla famiglia, col sempre più indispensabile ruolo svolto dai nonni Una ricchezza che si manifesta grazie alla loro esperienza, alla dedizione alla famiglia e ai nipoti. Grazie al loro aiuto, al buon esempio, al rispetto. Ma sempre più spesso il loro ruolo sociale si mostra anche attraverso la loro capacità di continuare a portare avanti un’impresa radicata, in molti casi l’attività di una vita, e di trasmetterla ai più giovani: il più delle volte la famiglia è coinvolta e il risultato positivo arriva grazie al contributo delle diverse generazioni che operano insieme".

Comments are closed.