SOCIETA’. Ministro Bianchi propone divieto cellulari sui vagoni dei treni. Il commento dell’Adoc

Il ministro dei trasporti, Alessandro Bianchi, ha proposto di riservare alcuni vagoni dei treni ai viaggiatori senza cellulare. Per Carlo Pileri, presidente dell’Adoc, "L’idea di vietare ai trilli dei cellulari alcune carrozze dei treni è discutibile, in quanto l’attenzione a non recare disturbo ai passeggeri che viaggiano con noi, rientra nella sfera dell’educazione personale e investe ogni ambito non solo quello dei telefoni cellulari".

"Piuttosto – prosegue Pileri – bisognerebbe preoccuparsi di rendere stabile il segnale su tutta la rete ferroviaria, così da non costringere l’utente a continue chiamate, ripetuti scatti alla risposta, maggiori spese". Non vorremmo che si arrivasse a vietare l’uso del cellulare, salvo poi installare telefoni sui treni che permettono di chiamare a costi elevati, un po’ come sta avvenendo su alcuni aerei negli Usa grazie alla pensata di alcune compagnie aeree".

Comments are closed.