SOCIETA’. Montalto (Vt), sindaco paga legali per stupratori. CODICI: “E’ vergognoso”

E’ apparsa sulle cronache recenti la notizia dello stupro di gruppo denunciato da una ragazza di 15 anni di Montalto di Castro (Vt). Ebbene, il sindaco della cittadina ha deciso di pagare con le finanze pubbliche le spese legali per gli autori del reato, tra i quali c’è anche suo nipote. La denuncia proviene dalla stessa giovane vittima della violenza. Sulla vicenda si esprime oggi CODICI, definendola "vergognosa".

"E’ scandaloso – dichiara il Segretario Nazionale del CODICI, Ivano Giacomelli – che i soldi pubblici vengano usati per pagare le spese legali agli stupratori, ed è ancora più vergognoso che un Comune, invece, non faccia nulla per assistere giuridicamente e psicologicamente una giovane donna che ha subito un tale danno interiore. E’ davvero difficile avvertire il dolore, la vergogna, la solitudine in cui versa la ragazza che ha subito una simile violenza".

L’associazione ricorda che solo nell’anno 2006 le donne vittime di violenza, nel nostro Paese, sono state più di un milione. I dati, ricavati da un’indagine Istat, sono emersi dal rapporto sulla criminalità in Italia presentato dal Viminale. "Il CODICI – conclude l’associazione – non può restarsene inerte di fronte a tale vicenda e pertanto fa un accesso agli atti amministrativi che dispongono il pagamento delle spese legali, denuncia alla Procura della Repubblica e denuncia alla Corte dei Conti per verificare la legittimità delle spese locali".

Comments are closed.