SOCIETA’. Movimento Consumatori: “Nessuno tocchi referendum su acqua”

Nessuno tocchi il referendum sull’acqua. È la posizione espressa oggi dal Movimento Consumatori davanti alle dichiarazioni del ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani, che ha detto che sull’acqua pubblica "sarebbe necessario un approfondimento a livello legislativo". Commenta Rossella Miracapillo, segretario generale del Movimento Consumatori: "Evidentemente la presa di coscienza dei cittadini su un tema così importante come quello del rischio della privatizzazione di un bene comune come l’acqua fa paura. Il movimento imponente che si è creato intorno alla questione e che ha portato alla firma di 1 milione 400 mila italiani per il referendum ne è la prova. Ora, come cittadini, pretendiamo di esprimere la nostra opinione attraverso il referendum. Questi provvedimenti del Governo, allo stato attuale, sembrano artati e tardivi e il timore è che si assumano norme non definitive e inefficaci, norme individuate invece con chiarezza e lucidità dai quesiti referendari. Adesso chiediamo con forza che si lascino decidere i cittadini senza dannose e improvvisate marce indietro".

Comments are closed.