SOCIETA’. Movimento Consumatori lancia allerta contro truffe agli anziani

Non aprire agli sconosciuti e non dare soldi a nessun titolo. È la prima forma di difesa per gli anziani che rischiano di finire vittima di truffe. Il meccanismo è denunciato dal Movimento Consumatori, che spiega di aver ricevuto numerose segnalazioni di tentate truffe agli anziani negli ultimi tempi. La dinamica è familiare per chi si sia ritrovato in una situazione analoga: qualcuno suona alla porta spacciandosi per rappresentante di qualche ente che deve consegnare personalmente una lettera, e una volta entrato in casa approfitta della distrazione delle persone per rubare denaro e gioielli. A meno che l’anziano non sia solo e chiami i figli: in tal caso, il truffatore in questione si dilegua.

C’è però di più, segnala il Movimento Consumatori: "Ci preme segnalare che spesso false organizzazioni approfittano del buon cuore della gente. Da qualche anno, proprio nel mese di Novembre, si nota la presenza con una certa frequenza all’interno del cimitero di pseudoassociazioni che promuovono raccolte fondi per bambini ammalati di malattie rarissime e incurabili. Tali soggetti, spesso vestiti con improbabili divise, (da hostess, o con abiti sgargianti ) approfittano dell’elevata affluenza nel luogo di culto di questi giorni, dell’inclinazione che nel cimitero si ha verso la carità, quasi come forma di espiazione, e che spesso quasi in onore dei propri cari defunti, fa sì che si sia più ben predisposti a donare qualche euro in beneficenza. Si fa presente che le associazioni autorizzate alle raccolte fondi sono quelle riconosciute in appositi albi regionali". Da qui l’invito a prestare attenzione.

Comments are closed.