SOCIETA’. Oggi Giornata mondiale della libertà di stampa. Italia è “partly free”

Si celebra oggi la Giornata mondiale della libertà di stampa voluta dall’Onu. Nel rapporto di Freedom House, organizzazione indipendente Usa fondata nel 1941 per garantire nel mondo le libertà, diffuso oggi in occasione della giornata mondiale della libertà di stampa, l’Italia si colloca al 74° posto tra i Paesi in cui la stampa è parzialmente libera. I paesi con una maggiore libertà di stampa sono, secondo il rapporto 2010, la Finlandia, l’Islanda, la Norvegia e la Svezia mentre gli Stati Uniti si classificano 24esimi e la Gran Bretagna 26esima.
In occasione della Giornata, l’Associazione dei giornalisti europei (AGE) fa rilevare che "il bene dell’informazione libera, pluralistica e indipendente, non soggetta a pressioni e censure, tocca la responsabilità professionale dei giornalisti e costituisce, al tempo stesso, un bene essenziale e irrinunciabile per la società civile. L’informazione non soggetta a pressioni e censure è un diritto dei cittadini e dà loro capacità e possibilità di muoversi, criticamente e consapevolmente, all’interno di una società sempre più complessa e a rischio di crescente omologazione e riduzione di spazi di libertà, con impoverimento di partecipazione. E’ da rilevare – conclude l’AGE – che la consapevolezza e la continua avvertenza da parte dei giornalisti sono irrinunciabili, ma non meno fondamentali sono il ruolo e la responsabilità della politica e delle istituzioni ad ogni livello".

Comments are closed.