SOCIETA’. “Più libri più liberi”: l’editoria è sempre più donna

Sempre più al femminile il mondo del libro, della lettura e dell’editoria. Dal 1991 a oggi le donne editrici o in ruoli chiave nell’editoria sono aumentate del 119% mentre rappresentano il 46% nella piccola editoria. Inoltre leggono e scrivono sempre di più: una donna su due è lettrice contro una media del 37,7% della popolazione maschile. Sono i dati lanciati in occasione della fiera della piccola e media editoria "Più libri più liberi" che si svolgerà a Roma dal 5 all’8 dicembre. Proprio l’8 dicembre ci sarà infatti un focus sull’editoria al femminile mentre domenica 7 dicembre un convegno sarà dedicato al rapporto fra donne e nuove tecnologie.

Nella piccola editoria le donne ricoprono il 46% delle funzioni dirigenziali o direttive (amministratore delegato, presidente, responsabile editoriale, ufficio stampa), mentre sul totale occupazionale nell’industria (escluso il settore pubblico e dei servizi) non si raggiunge il 22% (Istat) e nelle medie e piccole imprese la quota dei ruoli dirigenziali coperti da donne non raggiunge il 7% (Federmanager). Dal 1991 a oggi, considerando un campione di case editrici piccole, medie e grandi, l’incremento della percentuale delle donne che ricoprono il ruolo di presidente, amministratore unico, amministratore delegato, direttore generale è stata del 119%. Più di un raddoppio.

Le donne inoltre scrivono sempre più e leggono di più degli uomini: il 38% degli autori che pubblica libri è oggi composto da donne e anche la lettura vede una forte componente femminile, se è vero che nel 1988 si è registrato il sorpasso (39,3% di lettrici contro il 33,7% di lettori) e oggi una donna su due (ma quasi il 70% delle bambine) è lettrice, contro il 37,7% della popolazione maschile. E anche in Rete si sta riducendo il gap di genere. La distanza tra le heavy users di Internet (13%) e i maschi (19%) è infatti ormai a solo sei punti di differenza su tutto l’universo della popolazione. Nelle generazioni più giovani inizia a sopravanzare quella maschile: è heavy user di Internet il 44% delle ragazzine di 14-19anni (vs 42%); tra le 20-24enni lo è il 44% (vs il 41%). Il 75% delle 14-19enni utilizza almeno una volta alla settimana sistemi come Messenger rispetto al 55% dei loro coetanei.

Comments are closed.