SOCIETA’. Presto ci sarà un Centro di politica europea della migrazione

Per l’autunno 2008 è prevista l’apertura di un Centro di politica europea della migrazione che avrà l’obiettivo di elaborare una strategia efficace e lungimirante per i cittadini dell’Ue e per i migranti. La situazione in continua evoluzione dei flussi migratori, le nuove esigenze del mercato del lavoro, la lotta all’immigrazione clandestina e l’accoglienza e l’integrazione in società sempre più multietniche, hanno bisogno di una piattaforma speciale per il processo decisionale.

Per prima cosa le parti interessate verranno dotate di metodologie di ricerca più moderne, al fine di produrre banche dati sulle dimensioni principali del fenomeno: demografica, economica, sociale, giuridica e politica e sulle buone e cattive pratiche. Il nuovo centro avrà sede presso l’Istituto universitario europeo di Firenze, che già svolge ricerche specializzate sul tema, e avrà un direttore e un comitato scientifico.

Dovrà diventare un centro anche culturale, in cui si confronteranno idee e opinioni di tanti esperti, che faranno progredire il pensiero europeo e mondiale in ambito migratorio.

"Una migrazione opportunamente gestita può essere benefica per l’Unione ma pone comunque importanti sfide – ha dichiarato Franco Frattini, vicepresidente della Commissione europea responsabile per il portafoglio Giustizia, libertà e sicurezza, dando sostegno all’iniziativa. "Mai come ora i responsabili politici devono adattare le strategie a un contesto evolutivo rapido. È cosa urgente e vitale – ha concluso Frattini – che la ricerca nel campo della migrazione si concentri di più sulle sfide costantemente nuove della globalizzazione".

Comments are closed.