SOCIETA’. Primo Maggio, stabilimenti balneari chiusi

Si preannuncia un Primo Maggio con gli stabilimenti balneari chiusi e nessun blocco dei prezzi per la prossima stagione. Lo annuncia il Sib, il Sindacato italiano balneari, aderente alla Fipe-Confcommercio e la Federazione italiana balneari aderente a Confesercenti, dopo la notizia che l’articolo 5Bis riguardante le misure anticrisi per il settore turistico è stato stralciato all’interno del decreto legge 2187-A. Secondo le Federazioni la mancata convalida, a costo zero, di un provvedimento, già approvato all’unanimità dalla Commissione Finanze e Attività Produttive della Camera dei deputati con il parere favorevole del Governo, che spostava a fine settembre di quest’anno l’applicazione di una norma sui canoni demaniali in attesa di approvarne uno nuovo che risultasse più equilibrato garantendo maggior gettito per lo Stato, e che era già stato sottoscritto con il dipartimento del Turismo e tutte le Regioni, contraddice gli impegni assunti dallo stesso Governo e mette in seria difficoltà un settore determinante nell’ambito del fenomeno turistico del paese.

Comments are closed.