SOCIETA’. Referendum su acqua e nucleare: parte la videocampagna web del WWF

Un appello via web al voto referendario su acqua e nucleare è l’iniziativa del WWF dedicata agli internauti: parte così la campagna lanciata dall’associazione che si propone, attraverso tre videomessaggi, di "smascherare le bugie su acqua e nucleare". La veste grafica che rappresenta la campagna è la sagoma di un Pinocchio dal naso lungo.

Il primo messaggio è affidato a Stefano Leoni, presidente nazionale del WWF. "Segnate sulle vostre agende e fate segnare sulle agende dei vostri amici e conoscenti le date del 12 e 13 giugno. Sono i giorni in cui si svolgeranno i referendum – esordisce Leoni – Bisogna andare ai seggi a votare per abrogare le leggi che riaprono la politica nucleare in Italia e quelle che obbligano alla privatizzazione del servizio idrico".

Sostiene Leoni: "Il nucleare è una forza che sappiamo come accendere ma non sappiamo come spegnere. Ci produce delle scorie che non sappiamo come gestire e rappresentano un’eredità che lasceremo ai nostri discendenti, accendendo così nei loro confronti non un futuro bensì un debito". E sull’acqua, argomenta:"Noi vogliamo un mondo libero e quindi che la legge che obbliga alla privatizzazione dei servizi idrici sia abrogata, esprimendosi con due sì ad entrambi i quesiti referendari sull’acqua". Gli altri due video hanno come protagonisti due esperti: per il nucleare, il professore Sergio Ulgiati, docente di Chimica ambientale presso l’Università Parthenope di Napoli, e per l’acqua Dante Caserta, consigliere nazionale del WWF.

Comments are closed.