SOCIETA’. Ricostruzione dopo sisma, Anci e Legambiente presentano Banca delle Risorse

Una Banca delle Risorse per dare un sostegno concreto alle piccole amministrazioni abruzzesi colpite dal sisma del 6 aprile scorso e scongiurare i rischi che il processo di ricostruzione può comportare. E’ il progetto che Legambiente e ANCI hanno presentato nel fine settimana a Cernobbio in occasione della IX Conferenza Nazionale ANCI Piccoli Comuni e per il quale intendono raccogliere adesioni istituzionali e sociali, sollecitando Enti locali, associazioni e imprese ad incrociare la propria disponibilita’ con i bisogni dei piccoli Comuni terremotati.

La Banca delle Risorse vuole innanzitutto essere una rete per i piccoli Comuni, che, passata l’emergenza, restituisca agli amministratori locali un ruolo di primo piano sul territorio. Un progetto condiviso tra realta’ associative, per orientarli nella difficile e lunga opera di ricostruzione dal sisma che, qui piu’ che altrove, rischia di tradursi in abbandono e perdita di patrimonio e identita’, oltre che nella chiusura definitiva di scuole e servizi, condannandoli a un irrecuperabile degrado, anche sociale.

Il progetto della Banca delle Risorse si articola nelle seguenti fasi:
– ricognizione dei bisogni e individuazione delle azioni possibili: funzioni amministrative, gestione emergenza, servizi scolastici, servizi alle famiglie, ospitalita’ e soggiorni, gestione beni culturali e patrimonio storico artistico, progettazione e ricostruzione, servizi alle imprese e riavvio attivita’ economiche, risparmio energetico e sportelli energia.
– gemellaggi e relazioni tra territori, facilitando il dialogo e l’incontro tra le amministrazioni e le realta’ imprenditoriali, associative e professionali.
– raccolta delle offerte e stimolo delle soluzioni e delle risposte in modo da sollecitare la messa in rete dei soggetti disponibili, costruendo relazioni per realizzare alcuni interventi.
– piattaforma on line che faccia incontrare i bisogni con le risorse disponibili, che dia visibilita’ a progetti e percorsi attivati e che smisti e gestisca la complessita’ delle relazioni.

Comments are closed.