SOCIETA’. Roma, anche le microcar pagheranno l’accesso alle ZTL

Dal 1° luglio prossimo anche le microcar che entreranno nel centro storico di Roma dovranno pagare il permesso di accesso ZTL (compreso Trastevere e S. Lorenzo) anche se con una riduzione del 20% rispetto alla tariffa piena, ad esclusione se trattasi di prima auto dei residenti.

Questo provvedimento – commenta Adiconsum – mette in evidenza la volontà di voler fare cassa, anche se la motivazione ufficiale è quella di scoraggiare la circolazione nel centro storico con conseguente diminuzione del traffico. Da parte nostra – continua l’associazione a tutela dei consumatori – riaffermiamo quanto già da tempo sosteniamo e cioè che il miglioramento della circolazione sia per lo scorrimento che per l’inquinamento deve obbligatoriamente passare per un potenziamento del trasporto pubblico in alternativa all’uso privato dell’auto che da molti è ancora preferito, perché il pubblico non assicura una frequenza del trasporto con orari certi e un minimo di confort di viaggio come riteniamo dovrebbe essere quando si tratta in particolare di persone meno giovani.

Gli importi per le varie tipologie di permesso insieme alla modulistica saranno pubblicate sul sito www.atac.roma.it. I proprietari avranno dunque 90 giorni di tempo per avviare l’istanza di autorizzazione presso ATAC s.p.a., titolare del rilascio dei permessi ZTL, entro la scadenza del prossimo 1° luglio, giorno in cui entrerà in vigore la nuova regolamentazione.

Comments are closed.