SOCIETA’. Roma, dal 20 novembre è possibile disperdere le ceneri dei defunti in natura

Dal 20 novembre, a Roma, sarà possibile disperdere in natura, sia in aree private che all’aperto (campagna, mare, lago, fiume), oppure presso un’area attrezzata dall’Amministrazione Comunale, le ceneri di un proprio caro defunto. "Roma – afferma Giovanni Hermanin, presidente di AMA – è una delle prime grandi città ad applicare la dispersione in natura. Chi vorrà potrà utilizzare il Giardino dei Ricordi all’interno del Cimitero Flaminio, luogo pensato e realizzato dall’AMA e dall’Amministrazione Comunale per offrire il raccoglimento adeguato al rito. Già da lunedì prossimo gli uffici dei Cimiteri Capitolini potranno accogliere le richieste".

"La nostra città – aggiunge l’assessore alle Politiche Sociali del Comune, Raffaella Milano – si era per tempo preparata per offrire ai cittadini questo servizio; ora finalmente si è concluso il necessario iter legislativo che ha reso possibile la dispersione delle ceneri, ed il nuovo servizio è quindi pienamente operativo"

Per richiedere l’affido a casa o la dispersione delle ceneri dei propri cari, è necessaria la manifesta volontà del defunto, diretta o attestata dai parenti più prossimi. Il costo per l’affidamento e per la dispersione, comprensivo dell’urna cineraria, è di 72 euro. La richiesta di affidamento e/o dispersione delle ceneri deve essere rivolta ad AMA-Cimiteri Capitolini presso gli uffici di via del Verano, 74. Per maggiori informazioni, i cittadini possono contattare il Call Center dei Cimiteri Capitolini allo 0649236330/31/32/33 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 08:30 alle ore 12:30; il sabato dalle ore 08:30 alle ore 11:30; il martedì e il giovedì anche dalle ore 15:00 alle ore 17:00).

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito internet dell’AMA

Comments are closed.