SOCIETA’. Sfratti, domani a Roma la “Via Crucis dello Sfrattato”

Domani, 25 gennaio 2011, ci sarà la "Via Crucis dello Sfrattato" con tappe al Senato, dal Prefetto e in Campidoglio. A promuovere la mobilitazione è l’Unione Inquilini, che protesta contro le azioni del Governo. "La proroga degli sfratti proposta dal Ministro Matteoli rappresenta solo un pannicello caldo che dovrebbe curare una gravissima polmonite – dichiara Massimo Pasquini della Segreteria Nazionale dell’Unione Inquilini – A fronte della quotidiana esecuzione di sfratti che nelle ultime settimane stanno subendo anche anziani e portatori di handicap con sfratto per finita locazione, i quali vedono come unica forma di difesa i picchetti anti sfratto, a fronte della valanga di sfratti per morosità incolpevole dovuta a licenziamenti, cassa integrazione e ad affitti erosissimi rispetto ai redditi degli inquilini, il Governo si accorge che gli sfratti non sono stati prorogati".

La mobilitazione si tradurrà in picchetti anti sfratto a Roma e nella "Via Crucis dello Sfrattato". Le richieste dell’Unione Inquilini sono:

  • la proroga degli sfratti per famiglie in disagio abitativo composte da anziani, portatori di handicap, figli a carico, con reddito inferiore ai 27.000 euro con sentenze di sfratto oltre che per finita locazione anche per morosità incolpevole derivante da licenziamenti, cassa integrazione, o per affitti che incidono per oltre il 30% sul reddito netto;
  • la sospensione degli sfratti aventi per oggetto famiglie in disagio abitativo fino alla entrata in vigore della legge mille proroghe e dell’effettiva efficacia dell’emendamento di proroga;
  • un piano straordinario nazionale per il recupero e la costruzione di almeno 500.000 case popolari.

Comments are closed.