SOCIETA’. Sicilia, lotta al randagismo: oggi riunione per arginare fenomeno

Dopo le aggressioni in Sicilia da parte di cani randagi che hanno provocato la morte di un bimbo e il grave ferimento di una turista, è scoppiata la polemica circa le responsabilità. Oggi nella sede dell’Ausl 7 di Ragusa si terrà una riunione urgente per ”adottare misure urgenti per contrastare e debellare il fenomeno del randagismo che ha provocato una preoccupante catena di tragici episodi nelle ultime ore”. Alla richiesta di abbattimento e alle prime disposizioni venute dalla Procura di Modica e dalla prefettura di Ragusa e’ arrivato uno stop dopo l’intervento del sottosegretario alla Salute, Francesca Martini che ha invocato l’osservanza delle leggi sottolineando ”l’attenzione per la tutela dell’ incolumità pubblica con un’azione immediata nel rispetto delle leggi vigenti” ma pronunciando il ”no alla mattanza incondizionata”.

La riunione, convocata dall’Assessore Russo che ha espresso piena convergenza con il Governo, servirà per fare il punto della situazione e individuare i primi interventi da attuare immediatamente per arginare il fenomeno.

Comments are closed.