SOCIETA’. Sisma in Abruzzo, Cittadinanzattiva deposita richiesta partecipazione indagini

Cittadinanzattiva ha presentato questa mattina otto richieste per partecipare alle indagini preliminari in altrettante inchieste aperte dopo i crolli a l’Aquila. L’iniziativa si aggiunge alle altre messe in campo dall’associazione a sostegno dei cittadini colpiti dal sisma. Cittadinanzattiva, infatti, ha attivato uno sportello di ascolto e tutela gestito da volontari, si è impegnata nella raccolta di fondi per la ricostruzione, sta mettendo a punto una metodologia per intervenire non sull’assegnazione (che è già stata fatta) ma sul rispetto dei capitolati e sulla trasparenza nella conduzione delle opere.

Oggi, invece, sono state depositate presso la Procura dell’Aquila le richieste di partecipazione come parte offesa fin dalle fasi preliminari per 6 processi riguardanti le responsabilità in merito ai crolli. Tra questi quello relativo al crollo della casa dello studente, del convitto, dell’Ospedale, di Via Fossa, della Facoltà di Ingegneria e di via XX settembre. Cittadinanzattiva – come promesso – si è messa a disposizione nella fase preliminare di accertamento delle responsabilità e nelle perizie nelle forme consentite dalla legge attraverso dei propri esperti, ai sensi dell’articolo 93 del codice di procedura penale. L’obiettivo è quello di individuare eventuali responsabilità nella costruzione degli edifici crollati.

Comments are closed.