SOCIETA’. Stalking, CODICI: fenomeno in crescita tra uomini

Quando si parla di vittime di stalking il pensiero corre immediatamente alle donne. Tuttavia i dati dell’ONS (Osservatorio Nazionale Stalking) parlano chiaro: un italiano su cinque nella vita è stato oggetto di forme di molestia annoverabili nello stalking e di questi l’80 per cento sono donne. Ne consegue che il restante 20% è composto da uomini. E’ quanto sostiene CODICI che spiega: "Ci troviamo di fronte ad un problema di proporzioni crescenti che non può essere assolutamente sottovalutato. Quello che ci preoccupa è la possibilità che gli uomini siano più restii, rispetto alla controparte femminile, a denunciare aggressioni soprattutto se agite nei loro confronti da donne. I pregiudizi sociali che vogliono l’uomo forte e mai vittima sono infatti difficili da sradicare".

Così come avviene per le donne, nella maggior parte dei casi, anche per gli uomini, la vittima conosce l’autore delle molestie persecutorie, lo stalker è infatti il partner o l’ex o un familiare. Le conseguenze di queste persecuzioni sono tutt’altro che leggere: nel 70 per cento dei casi le vittime riportano disturbi di tipo psicologico come ansia, disturbi del sonno, arrivando nei casi limite fino al tentativo di suicidio.

CODICI ricorda alle vittime di stalking che, dopo lo sportello attivo in Lombardia, presto ne inaugurerà uno anche a Roma e avrà valenza nazionale.

Comments are closed.