SOCIETA’. Stasera all’ISS di Roma la Notte Bianca della ricerca e del precariato

In Italia si fa buona ricerca con pochi mezzi, poche persone e fra queste troppi precari. Ma nonostante la scarsità di risorse impegnate in Ricerca e Sviluppo, dunque a fronte di pochi investimenti, la ricerca effettuata in Italia raggiunge punte di eccellenza. Questa la consapevolezza alla base della Notte Bianca della ricerca e del precariato organizzata da Cgil, Cisl e Uil presso l’Istituto Superiore di Sanità: l’iniziativa si svolgerà questa sera, a partire dalle 19 e fino alle 2 di domani, presso l’Istituto Superiore di Sanità di Roma.

All’evento partecipa anche l’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) le cui attività scientifiche a livello nazionale e internazionale, spiega l’Istituto in una nota, "sono a rischio a causa di provvedimenti del Governo che prevedono il licenziamento di centinaia di precari impegnati in attività di ricerca, di supporto tecnico ed amministrativo".

La Notte Bianca, spiega l’INRAN, ha dunque l’obiettivo di "richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica e dei media sulla buona ricerca pubblica che si fa nel nostro Paese, con poche risorse, poche persone e tante/i precari, ora anche a rischio di licenziamento". Una situazione efficacemente sintetizzata dall’OCSE: le risorse finanziarie impegnate in attività di ricerca e sviluppo, pari al’1.1% del PIL, presentano livelli tipici delle economie in via di sviluppo, più che di un Paese membro del G8. Il numero di ricercatori (3 su 1000 occupati) è ancora molto lontano da quello degli altri paesi OCSE e l’Italia è seguita solo da Turchia, Cina e Messico.

Nella Notte Bianca ci saranno testimonianze di precarietà, una tavola rotonda cui prenderanno parte presidenti di enti di ricerca, esponenti sindacali, scienziati; ci saranno esperimenti e una collegamento con la sala operativa dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Verrà inoltre spiegato l’impatto che il lavoro di ricerca e di servizio svolto dagli Enti Pubblici di Ricerca ha sulla società nel suo complesso su aspetti quali salute, controllo geologico del nostro territorio a rischio sismico, studi sull’ambiente.

Comments are closed.