SOCIETA’. Sugli scaffali di Iper anche i jeans equosolidali

Anche i jeans diventano equosolidali. Parte la sperimentazione nella catena Iper della vendita del prodotto certificato da Fairtrade, il marchio che garantisce la provenienza da aziende e consorzi di produttori che lavorano secondo i criteri del commercio equo e solidale. L’iniziativa condurrà ad una diffusione dei manufatti prodotti con cotone che rispetta i diritti dei lavoratori.

"Finalmente i consumatori potranno scegliere anche di vestirsi rispettando i diritti dei lavoratori" ha dichiarato Paolo Pastore, direttore di Fairtrade TransFair Italia. Chi si recherà in queste settimane nei punti vendita della catena Iper tra i capi di abbigliamento troverà anche i jeans in cotone equosolidale certificato da Fairtrade TransFair Italia. I capi, firmati da Rica Lewis, sono commercializzati in 25 Iper del Centro e Nord Italia ma a questa prima tornata ne seguiranno sicuramente delle altre.

I jeans equosolidali sono stati proposti sul mercato francese già lo scorso anno da Rica Lewis, numero uno nelle vendite all’interno del circuito della grande distribuzione d’Oltralpe. Il cotone proviene da organizzazioni di produttori del Cameroun, viene tessuto in Italia e confezionato in Tunisia rispettando gli standards del Commercio Equo.

Comments are closed.