SOCIETA’. Un’alleanza europea per la lotta alla droga

Ridurre il consumo di droga e potenziare la lotta alla narcocriminalità. E’ quanto prevede un piano d’azione quadriennale adottato oggi dalla Commissione Ue, nell’ambito di un’alleanza europea contro la droga. "In Europa si contano due milioni di persone con seri problemi di tossicodipendenza: è giunto il momento di sensibilizzare i gruppi vulnerabili, i giovani in particolare, sui rischi legati al consumo di droga" ha affermato il vicepresidente della Commissione Ue Jacques Barrot. "Grazie all’alleanza europea contro la droga, i cittadini europei saranno chiamati a svolgere un ruolo attivo, ed esempio informando e facendo conoscere le iniziative di successo finora realizzate."

Stando ai dati più recenti, il consumo di eroina, cannabis e droghe sintetiche si è stabilizzato o è diminuito mentre aumenta, in Europa, il consumo di cocaina. Si stima che il numero totale dei consumatori regolari o occasionali di droghe ammonti, nell’Ue, a 70 milioni per la cannabis, a 12 milioni per la cocaina, a 9,5 milioni per l’ecstasy e a 11 milioni per le anfetamine, mentre sono almeno mezzo milione coloro che ricevono ufficialmente un trattamento sostitutivo al consumo di droghe quali l’eroina. Sono circa due milioni gli europei con seri problemi di tossicodipendenza e ogni anno muoiono circa 7.500 persone per overdose.

Il piano d’azione 2009-2012 si inscrive nella strategia europea antidroga 2005-2012 che delinea un modello europeo basato su un approccio equilibrato inteso a ridurre la domanda e l’offerta di stupefacenti. Il piano d’azione persegue 5 priorità principali: ridurre la domanda di stupefacenti e sensibilizzare l’opinione pubblica; mobilitare i cittadini europei; ridurre la domanda di stupefacenti; migliorare la cooperazione internazionale; facilitare una maggiore comprensione del fenomeno droga. Tra i risultati raggiunti negli scorsi anni si rileva una riduzione dei decessi per droga e la minore diffusione dell’HIV per assunzione endovenosa. Nell’insieme, gli Stati membri hanno approntato una vasta gamma di azioni in risposta al problema droga, soprattutto in materia di prevenzione, trattamento, riduzione dei danni e riabilitazione, nonché provvedimenti intesi a contrastare reati quali il narcotraffico e il riciclaggio di denaro sporco.

Per saperne di più cliccare qui

Comments are closed.