SOCIETA’. Viaggiare e imparare una lingua: le opportunità del volontariato europeo

Imparare una lingua, mettersi alla prova in un’attività sociale, conoscere la cultura e la vita quotidiana di un altro paese: sono tanti i motivi che possono spingere un giovane a prendere in considerazione il Servizio volontario europeo: i requisiti richiesti per partecipare al programma sono avere tra 18 e 30 anni ed essere residente in uno dei 36 paesi che aderiscono al progetto, tra cui naturalmente l’Italia.

Per avere informazioni i giovani modenesi possono rivolgersi all’Info point Europa che ha il ruolo di agenzia di invio: informa e orienta i giovani sulle opportunità a disposizione, li segue nei necessari passaggi organizzativi e mantiene i contatti a distanza durante il periodo di Servizio. Nel paese di destinazione opera invece un’organizzazione di accoglienza, che si occupa di fornire ai volontari vitto, alloggio, formazione linguistica e tutte le altre informazioni necessarie.

I paesi in cui si può prestare servizio, per un periodo che può andare dai 2 ai 12 mesi, sono 53 e le attività proposte sono progetti di interesse sociale, ambientale o culturale. L’Unione Europea copre le spese di viaggio e mantenimento dei giovani, attraverso le organizzazioni di invio e di accoglienza, con un’indennità che varia da paese a paese. I ragazzi disabili o in condizioni di svantaggio hanno la possibilità di scegliere progetti di durata più breve.

Comments are closed.