SOLDI. Apre Sportello Microcredito: la regione Lazio sostiene giovani, disabili e imprese

Contrastare la povertà e l’esclusione sociale erogando piccoli finanziamenti a imprenditori caduti nella trappola dell’usura, a giovani con un progetto da realizzare, a immigrati in difficoltà o a ex carcerati alle prese con il rientro nella società. Sono questi gli obiettivi che la Regione Lazio si propone di raggiungere con l’istituzione dello Sportello dedicato al microcredito. L’iniziativa è stata finanziata con 3,5 milioni di euro. Ogni prestito individuale potrà essere massimo di 10 mila euro, da restituire con tassi agevolati. Al microcredito potranno accedere le microimprese (ditte individuali operanti in settori a rischio ‘sommerso e usura’), le cooperative (anche mutue e condomini) che devono attivare ristrutturazioni con criteri di ecocompatibilità e accesso per i disabili, le persone che necessitino di un sostegno per bisogni primari (salute, istruzione, casa).

"Stiamo puntando molto sulla finanza etica – spiega l’assessore regionale al Bilancio Luigi Nieri – i fatti di cronaca degli ultimi mesi ci rafforzano nella convinzione che bisogna proporre nuovi modelli di sviluppo compatibili con il rispetto dei diritti e la tutela dell’ambiente con una forte attenzione per i problemi sociali".

Comments are closed.