SOLDI. Bankitalia su redditi, Adoc: ridurre del 15% i prezzi di alimentari, energia e casa

"Tagliare subito del 15% i prezzi dei prodotti alimentari, dell’energia e delle spese di casa per ridare ossigeno alle famiglie. I dati espressi da Bankitalia mettono in luce come sia necessario operare una riduzione dei prezzi per iniziare a uscire dalla crisi che ha travolto consumi e industrie": è quanto commenta il presidente Adoc Carlo Pileri davanti ai dati resi noti oggi dalla Banca d’Italia, che ha evidenziato come nel biennio 2006-2008 il reddito medio delle famiglie sia diminuito del 4%.

Per l’associazione è necessario tagliare del 15% i prezzi di energia, alimentari e spese per la casa perché sono queste le voci che assorbono circa l’85% del reddito delle famiglie."Il reddito delle famiglie – commenta Pileri – è insufficiente, divorato per la metà dai costi di affitto o mutuo della casa. Un altro 20% se ne va per la spesa alimentare, il 15% è risucchiato dai costi di energia, trasporti e spese domestiche". Dunque servono "aiuti fiscali, tariffari e incentivi significativi, che non siano fittizi, alle famiglie italiane numerose, come avviene in Francia. Chiediamo che si organizzi un tavolo del CNCU con Governo, imprese, sindacati e partiti per affrontare concretamente la crisi e per individuare le possibili vie di uscita per i consumatori".

Comments are closed.