SOLIDARIETA’. 23 mln di euro per affrontare le emergenze del Sud

Viene dal volontariato la risposta alle emergenze sociali del Centro e del Sud Italia. È quella offerta dal primo bando della progettazione sociale rivolto esclusivamente alle organizzazioni di volontariato: oltre ventitré milioni di euro destinati a sostenere le associazioni di sette regioni particolarmente penalizzate da degrado e povertà estrema, come Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia e Sicilia.

Si tratta di risorse aggiuntive per il Sud, rispetto a quelle già destinate ai locali Centri di Servizio per il Volontariato (CSV) dalle Fondazioni di origine bancaria. Esse verranno distribuite tramite bandi emessi dai CSV e dai Co.Ge. (Comitati di gestione dei fondi speciali previsti dalla legge per il volontariato).

I fondi sono frutto di un protocollo d’intesa – per un’iniziativa detta della "Perequazione per la progettazione sociale" – siglato il 5 ottobre 2005 dalle stesse Fondazioni, rappresentate dall’ACRI (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa), e da: Forum del Terzo Settore, Consulta nazionale del Volontariato, Convol (Conferenza Permanente dei Presidenti Associazioni e Federazioni Nazionali del Volontariato), CSVnet (Coordinamento nazionale dei CSV) e Consulta nazionale dei Co.Ge.

Le modalità di accesso ai fondi e le opportunità da loro offerte saranno presentate domani martedì 2 dicembre 2008 in contemporanea in ciascuna delle regioni interessate, dai CSV, insieme al CSVnet e ai partner dell’iniziativa.

I fondi dovranno servire a finanziare interventi per far fronte a situazioni di povertà estrema, di emergenza ambientale, di carenza di servizi per minori, disabili, anziani, famiglie, stranieri, giovani e adolescenti. A differenza di altre misure analoghe, come quelle previste dai bandi della Fondazione per il Sud, sosterranno progetti di associazioni di volontariato anche di piccola entità, purché coerenti con i bisogni del territorio e con gli obiettivi del bando, favorendo l’iniziativa di organizzazioni di dimensioni medie e piccole. L’obiettivo è promuovere una migliore infrastrutturazione sociale delle regioni centro-meridionali del Paese, individuata come leva strategica per il loro sviluppo.

L’intervento assegna cumulativamente le risorse derivanti dalla perequazione 2006 e 2007, per un totale di 23 milioni 326mila euro, così distribuiti: 10 milioni 138mila 355 euro alla Campania; 5 milioni 769 mila 053 euro alla Puglia; 3 milioni 212mila 937 alla Calabria; 2 milioni 916 mila 407 euro alla Sicilia; 857mila 820 euro all’Abruzzo; 219mila 631 euro alla Basilicata e 212mila 180 euro al Molise. I bandi si trovano sui siti dei CSV interessati, raggiungibili da www.csvnet.it (sezione "Sedi CSV"). La scadenza unitaria per la presentazione dei progetti è prevista per il 6 marzo 2009.

Comments are closed.