SOLIDARIETA’. Bio al centro della campagna Altromercato “La dignità va coltivata. Naturalmente”

Promuovere i valori del biologico e del naturale e portare i consumatori a riflettere sulla relazione esistente tra il valore della tutela ambientale e il rispetto dei diritti e della dignità del lavoro. È questo l’obiettivo della campagna "La dignità va coltivata. Naturalmente" promossa da Altromercato, che durerà per tutto il mese di settembre e che vedrà impegnate le oltre 350 Botteghe del Mondo associate in Italia.

Durante la campagna le Botteghe del Mondo attiveranno iniziative di sensibilizzazione, proponendo al pubblico una visione unitaria di sviluppo sostenibile, anche dal punto di vista sociale. Dal punto di vista dell’offerta, i protagonisti della proposta saranno anzitutto gli oltre 40 prodotti alimentari da agricoltura biologica a marchio Altromercato, tra i quali si segnalano importanti novità nelle categorie dei caffè (con una linea di pregiati monorigine), dei tè di alta gamma, del riso e del cacao.

La campagna consentirà anche di presentare i recenti sviluppi dell’iniziativa Birbanda, la linea di abbigliamento per bimbi in cotone biologico, primo esempio di applicazione dei criteri equo-solidali alla manifattura tessile nel Sud del Mondo. Infine, spazio alle importanti novità della proposta Natyr, la linea completa di cosmesi naturale realizzata con ingredienti del commercio equo.

In occasione della campagna, Altromercato ha stilato un decalogo bio:

  • Prezzo equo: pagamento di un prezzo commisurato al reale costo di produzione e riconoscimento di un sovrapprezzo ai coltivatori che producono in modo biologico;
  • Relazioni dirette: mantenimento di rapporti diretti e continuativi con i partner al Sud del mondo, per consentire la pianificazione dell’attività nel medio termine;
  • Prefinanziamento: pagamento anticipato fino al 50% del valore dell’ordine, per agevolare l’investimento nei mezzi di produzione;
  • Certificazione: a garanzia del rispetto dei protocolli internazionali, incluso il rifiuto dell’impiego di OGM e l’utilizzo esclusivo di fertilizzanti naturali;
  • Tracciabilità: corretta informazione sulla provenienza di prodotti e ingredienti;
  • Qualità: materie prime selezionate nei luoghi d’origine, genuinità di ingredienti e processi produttivi, eccellenza dei prodotti dal punto di vista organolettico;
  • Sostenibilità ambientale: sostegno a produzioni eco-compatibili che utilizzano risorse disponibili e rinnovabili;
  • Biodiversità: Altromercato predilige prodotti nativi e varietà autoctone e si impegna nella promozione di colture tradizionali a rischio di estinzione.

Comments are closed.