SOLIDARIETA’. Milano, al San Raffaele raccolti oltre 180mila euro contro carcinoma ovario

"La moda fa bene" – l’iniziativa benefica a favore della ricerca, che ha portato sulla passerella del Centro Ippico San Raffaele di Milano maison di moda di primissimo livello come Etro, Malo, Valentino, Versace e Trussardi – è stata una prima assoluta, destinata a ripetersi visto il risultato più che incoraggiante.

L’iniziativa ha permesso infatti all’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di raccogliere oltre 180mila euro che serviranno a finanziare la lotta contro i tumori femminili, e in particolare contro il carcinoma ovario che ancora oggi rappresenta nell’emisfero occidentale la prima causa di morte per neoplasia.

"Le modelle sono l’immagine della bellezza di Dio". Così don Luigi Verzè, fondatore e presidente della Fondazione San Raffaele ha dichiarato a Help Consumatori a commento dell’evento benefico che ha visto sfilare insieme in passerella le creazioni dei grandi stilisti a sostegno della ricerca.

"Un risultato incoraggiante che conferma il valore dell’iniziativa e la volontà di aiutare il San Raffaele", ha commentato Gabriele Bertipaglia, direttore Comunicazione e Sviluppo della Fondazione San Raffaele.

"Il grande riscontro avuto e le richieste di partecipazione di altre maison che non hanno potuto partecipare per la ristrettezza dei tempi, ci portano concretamente a pensare di ripetere l’evento anche il prossimo anno. Per ora però" – ha concluso Bertipaglia, "stiamo immaginando alcune altre iniziative per completare la vendita della merce messa a disposizione dalle case di moda".

Prima e dopo la sfilata inoltre, si è svolta anche una vendita benefica di articoli donati dalle case di moda che hanno partecipato all’evento benefico: oltre alle griffe viste in passerella, anche Acqua di Parma, Armani, Ballantyne, Dolce & Gabbana, Gucci, Inghirami, Moschino, Poltrona Frau, Prada, Toy Watch ed altri stilisti hanno sostenuto in questo modo l’iniziativa.

La vendita benefica ha permesso ai partecipanti di acquistare gli articoli delle case di moda con uno sconto del 40% sul prezzo di vendita.

Il professor Federico Caligaris Cappio, direttore scientifico dell’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele e direttore del Dipartimento di Oncologia dello stesso Istituto, spiega così la ricerca sul tumore dell’ovaio: "Vogliamo attivare il sistema immunitario della paziente affetta dal tumore perché attacchi il carcinoma. Rispetto alle terapie attuali questo approccio rappresenta una nuova terapia più mirata e quindi dotata di effetti meno tossici e più efficaci per l’organismo, anche se saranno necessari alcuni anni per arrivare alla sperimentazione clinica", ha concluso il professor Calligaris Cappio, precisando che l’evento benefico non sarebbe stato possibile senza il contributo di oltre centocinquanta volontari, non solo amici e personale del San Raffaele ma anche studenti dell’Università Vita-Salute San Raffaele..

Attualmente al San Raffaele sono in corso, oltre a questa ricerca, altri quattro protocolli clinici di immunoterapia dei tumori.

Comments are closed.