SOLIDARIETA’. Parte il progetto “Roma non spreca”. Firmato accordo tra il Comune e Todis

Il Comune di Roma e il marchio Todis hanno firmato il protocollo d’intesa per il recupero delle eccedenze alimentari da destinare a progetti di solidarietà sociale. Il Progetto è reso possibile grazie alla legge n. 155 del 25.06.2003 detta del "Buon Samaritano", che consente lo snellimento e la semplificazione della distribuzione delle merci da parte delle organizzazioni di utilità sociale che non hanno scopo di lucro. Il protocollo d’intesa firmato in Campidoglio da Raffaela Milano, assessore alle Politiche sociali, e Carlo Ricci, amministratore delegato della Iges Srl, prevede il coinvolgimento sperimentale per i prossimi 6 mesi – dei 55 punti vendita Todis presenti sul territorio di Roma.

"Con ‘Roma non spreca’ – ha spiegato Raffaela Milano– il Comune di Roma si propone di raggiungere un duplice obiettivo: ridurre gli sprechi alimentari attraverso il recupero degli alimenti non più commercializzabili ma perfettamente commestibili e sostenere le tante realtà del volontariato cittadino impegnate nella lotta alla povertà e al disagio sociale".

La procedura per il recupero degli alimenti prevista dall’accordo prevede che giornalmente alcuni dipendenti della Piattaforma alimentare Todis di Fiano Romano (che serve i discount della capitale) individuano e mettono da parte quei prodotti alimentari che la normativa commerciale reputa invendibili e che tuttavia mantengono le caratteristiche igienico – sanitarie per essere consumati.

Una volta individuati i prodotti alimentari viene comunicato all’Ufficio comunale "Roma non spreca" l’elenco delle eccedenze. Gli operatori provvedono ad analizzare l’offerta e a collegarla con la casa famiglia – mensa – centro d’accoglienza a cui tale offerta può essere maggiormente utile.
I prodotti infatti sono tutti donati ad Associazioni del territorio cittadino da sempre impegnate nella lotta alla povertà e al disagio sociale, che hanno siglato con il Comune di Roma un protocollo d’intesa con il quale si impegnano a ridistribuire gli alimenti ai destinati, attraverso mense sociali, parrocchie, case famiglia, associazioni, ecc..

Le aziende che vogliono aderire a "Roma Non Spreca" o che desiderano maggiori informazioni sul progetto possono scrivere alla mail: romanonspreca@gmail.com.

Comments are closed.