SOLIDARIETA’. Piemonte, Banca del cioccolato per regalare un sorriso

Una lodevole iniziativa è stata promossa dai produttori dolciari del Piemonte. Si tratta della Banca del Cioccolato, ideata per conservare a scopo benefico il prodotto, realizzato in eccedenza rispetto allo richieste del mercato o avente difetti di fabbricazione (ad esempio nel confezionamento). L’intento del progetto è di regalare un sorriso ai bambini, agli anziani ed ai disabili che, pur potendo mangiare cioccolato, sono ricoverati in ospedale o in centri di assistenza.

La Banca del cioccolato è nata da un’idea di Chococlub, l’associazione italiana amatori cioccolato nata nel 1998 e presieduta da Davide Ferrero. L’iniziativa ha visto la partecipazione di aziende artigianali e ditte industriali intenzionate a donare il proprio cioccolato in eccedenza, derivata da difetti di packaging, rimanenze di sampling, promozioni con mancato utilizzo di tutto il prodotto. Tramite la Banca del cioccolato, Chococlub raccoglie la dolce produzione per portarla a chi ne può trarre gioia e benessere.

L’iniziativa vanta già numerosi sostenitori, non solo del comparto dolciario, come Icam, Lindt, Barry Callebaut, Hymer oltre al Comune di Diano d’Alba, che ha messo a disposizione un magazzino per raccogliere il cioccolato da distribuire. Inizialmente la Banca sarà attiva in prevalenza sul Piemonte, dove si trova la sede centrale di Chococlub (Alba, in provincia di Cuneo). Per quanto riguarda le grandi aziende, alcune sono già pronte a fornire grossi quantitativi di prodotto e sono molte le realtà ospedaliere e assistenziali che hanno manifestato l’interesse ad essere beneficiate dei doni.

Per informazioni consultare il sito www.lautomatico.net

 

Comments are closed.