SOLIDARIETA’. Record di erogazioni delle Fondazioni nel 2007

Nel 2007 le erogazioni delle Fondazioni di origine bancaria a favore della collettività potrebbero attestarsi al di sopra dei 1.700 milioni di euro (1.594 nel 2006).E’ il dato principale emerso dall’analisi dell’Acri, l’Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio, che ieri ha celebrato la VIII Giornata della Fondazione con una tavola rotonda a Roma dal titolo "Fondazioni: una risorsa per l’innovazione". Le 16 Fondazioni esaminate dall’Acri sono quelle maggiori per dimensione del patrimonio e rappresentano il 73% del totale delle fondazioni italiane.

L’importo complessivo erogato da queste nel 2007 è aumentato del 13% rispetto al 2006. Il 28,9% dei 1290 milioni di euro erogati è andato al sostegno dell’arte, attività e beni culturali; il 15,3% alla ricerca; il 10,7% all’educazione, istruzione e formazione; il 7,9% all’assistenza sociale; il resto è stato destinato a volontariato, filantropia, beneficienza, sviluppo locale e salute pubblica. Il patrimonio di queste 16 Fondazioni è aumentato di circa 1,3 miliardi di euro rispetto all’esercizio precedente, passando da 34,8 a 35,9 miliardi di euro, con un incremento di oltre il 3%. Nel 2007 la redditività del patrimonio complessivo, calcolato a valori di libro, del gruppo di Fondazioni considerate ha mostrato un ulteriore miglioramento rispetto all’anno precedente: la redditività netta media è passata all’8,7% dal 7,8% del 2006, raggiungendo il 9% con i proventi straordinari (era l’8,6% nel 2006). I proventi ordinari si sono attestati a 3.055 milioni di euro, con un incremento di oltre il 14% rispetto ai 2.667 del 2006.

"Il tema dell’innovazione – ha dichiarato il presidente dell’Acri Giuseppe Guzzetti – è cruciale per il nostro Paese. Le Fondazioni di origine bancaria, con la loro capacità di costruire network sui territori e la possibilità di sperimentare percorsi nuovi con una flessibilità e un tempismo meno facilmente accessibili per la pubblica amministrazione, possono rappresentare una risorsa preziosa per l’innovazione sociale e civile, oltre che scientifica ed economica".

Comments are closed.