SOLIDARIETA’. Roma, cellulare da buttare? Puoi donarlo a chi ne ha bisogno

Chi di noi non ha un telefono cellulare usato nel cassetto? Invece di gettarlo nella spazzatura, è meglio trasformarlo in un atto di solidarietà. A Roma questo è possibile grazie ad "Happy Phone", un progetto promosso dal Comune Capitolino insieme all’associazione Amici della Caritas di Roma, in collaborazione con gli assessorati comunali ai Servizi sociali e al Personale, Poste Italiane ed Eco- Sol. Per aderire all’iniziativa basta disfarsi del proprio apparecchio per destinarne il ricavato all’Emporio Caritas, il supermercato gratuito per i cittadini in difficoltà economiche. L’iniziativa è stata presentata ieri in Campidoglio alla presenza del Sindaco Gianni Alemanno.

Ecco come funziona nel dettaglio l’operazione "Happy Phone". La raccolta è seguita da Poste Italiane, la quale ha già inviato a 300mila famiglie dei quartieri di Montesacro, Nomentano e Cinecittà una busta pre-affrancata contenente le istruzioni per la spedizione. Analogo iter sta seguendo lo stesso Comune, che ha messo a disposizione dei propri dipendenti raccoglitori di cellulari usati presso sportelli anagrafici dei Municipi e altri uffici pubblici locali. I telefonini sono poi sottoposti a "revisione" ad opera della società -Sol, la quale a sua volta rivenderà gli stessi in Cina, India e Pakistan. I proventi conseguiti saranno infine donati all’Emporio Caritas. Secondo il Sindaco di Roma si tratta di un’iniziativa che ”lega la solidarieta’ ai valori ambientali”. La rete della solidarietà – ha sottolineato Alemanno deve dare risposte sempre più ampie e flessibili. Non ci sono solo le povertà estreme, quindi c’è bisogno di una rete più articolata in cui protagonista sia la società civile”.

Comments are closed.