SVILUPPO SOSTENIBILE. Marche, seminario per politiche Ue di urbanizzazione “etica”

Diffondere politiche di sviluppo urbanistico sostenibile sul modello europeo. La regione Marche, in un seminario organizzato domani presso la Sala Verde della Regione, intende aprire una piattaforma per la realizzazione del progetto Ue sullo sviluppo policentrico sostenibile denominato ‘PolyDev’. L’incontro, organizzato dalla Regione Marche in collaborazione con Sviluppo Marche e Università Politecnica delle Marche, intende promuovere le opportunità derivanti dallo sviluppo locale sostenibile.

Il progetto ‘PolyDev’, che vede la partecipazione di Regione Marche, Regione Veneto e altri enti e agenzie di sviluppo di Slovenia, Slovacchia, Grecia, Bulgaria, è basato su un modello che punta a evitare l’irrazionale espansione degli insediamenti urbani e produttivi. Un’urbanizzazione incontrollata infatti provoca una serie di conseguenze: marginalizzazione delle aree periferiche, disparità di accesso alle infrastrutture e degrado sociale e ambientale come inquinamento dell’aria, dissesto idrogeologico e perdita della biodiversità.

Anche le statistiche confermano che gran parte della popolazione vive concentrata in pochi centri urbani dove vengono sviluppate le più gravi problematiche socio-ambientali. Nelle Marche tali zone si configurano come aree urbane funzionali, ossia gruppi contigui di comuni, dove vive circa il 70% della popolazione regionale e il 74% degli occupati, mentre rappresentano solo il 36% del territorio.

"La politica di coesione europea 2007-2013 – si legge nella nota – mira a sostenere lo sviluppo di strategie partecipative, integrate e sostenibili per far fronte all’elevata concentrazione di problemi economici, ambientali e sociali che colpiscono le aree urbane. Un tema quindi centrale per le future opportunità di finanziamento europeo che coinvolge enti locali, ordini professionali, università, professionisti, associazioni di categoria e associazioni ambientaliste".

 

 

Comments are closed.