Salute: 14 maggio Giornata Mondiale Ipertensione

Il 14 maggio si terrà la Giornata Mondiale dell’Ipertensione.
Su giornali e Tv di tutta Italia comparirà una capillare campagna d’informazione. Il messaggio è: misurare regolarmente la pressione; se alta, andare dal medico e seguirne le indicazioni; assumere regolarmente i farmaci; non sospendere mai la terapia; non modificarla senza il parere del medico; adottare uno stile di vita sano.

"Si tratta di comportamenti basilari perché – come hanno spiegato gli specialisti che hanno presentato l’evento – l’ipertensione è causa di gravi malattie cardiovascolari, quali l’infarto, lo scompenso cardiocircolatorio, l’ictus cerebrale, l’insufficienza renale, le vasculopatie periferiche."

Questi problemi fanno delle malattie cardiovascolari la prima causa di morte nel mondo occidentale. Il messaggio è ripetuto ormai da molti anni ma sembra non stato ben recepito, poiché "ancora oggi – ha detto Alessandro Rappelli, presidente della Lega Italiana per la Lotta contro l’Ipertensione – se sono oltre 12 milioni in Italia gli ipertesi (un miliardo e mezzo nel mondo), ben 3-4 milioni non sanno di esserlo".

Questa patologia causa ogni anno in Italia circa 240 mila morti (oltre 7 milioni nel mondo). Ma cosa fa diventare ipertesi? "Età – ha spiegato Gastone Leonetti, presidente della Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa – eccessivo consumo di sale, sovrappeso o obesità, stress, se uno o entrambi i genitori sono ipertesi, uso di farmaci che possono innalzare la pressione".

Ma la pressione alta non è la sola responsabile delle malattie cardiovascolari: si calcola un "rischio cardiovascolare globale", dovuto all’interazione di più fattori, dall’ ipertensione al colesterolo alto, dal fumo di sigaretta al diabete alla familiarità.

Per questo le raccomandazioni devono essere estese: la campagna di quest’anno si basa su un personaggio di fantasia chiamato "pressy", somiglia alla pompetta dello strumento per misurare la pressione, e dallo schermo Tv e dalle pagine dei quotidiani darà i suoi consigli a tutti gli italiani.

Comments are closed.