TARIFFE. Federconsumatori: a L’Aquila bollette Enel fino 3 mila euro per consumi inesistenti

L’Aquila: alcuni cittadini costretti ad abbandonare le proprie case dopo il terremoto stanno ricevendo bollette di 2 mila o 3 mila euro per consumi elettrici mai effettuati. È quanto afferma Federconsumatori. "In questi giorni – denuncia l’associazione – i cittadini dell’Aquila stanno ricevendo richieste di pagamento da parte di Enel per presunti consumi di energia elettrica, fornita per il periodo che va dall’aprile 2009 ad oggi, per utenze relative a case del centro storico e dichiarate da allora inagibili. I cittadini che dovrebbero secondo l’Enel pagare le fatture i cui importi vanno dai 2.000 ai 3.000 euro hanno a tutt’oggi, da parte del comune, il divieto di accesso alle proprie case".

L’associazione, con un piano in tre mosse, ha dato mandato ai propri legali di predisporre una formale denuncia contro ignoti per la sottrazione di energia elettrica, di contestare a Enel gli importi richiesti e di presentare una denuncia all’Antitrust per pratiche commerciali scorrette.

Comments are closed.