TELEVISIONE. Atto d’accusa dell’Agcom. MDC Junior appoggia proposta di libro bianco su qualità tv

Il presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Corrado Calabrò davanti alla Commissione Infanzia ha oggi denunciato come la televisione italiana per "livelli di banalità e volgarità" sia al disotto di altre televisioni europe. Un atto d’accusa che trova l’appoggio del Dipartimento Junior del Movimento Difesa del Cittadino. "MDC Junior concorda totalmente con  le dichiarazioni odierne del Presidente Calabrò, ed appoggia con favore  la proposta di istituire un libro bianco che analizzi la programmazione televisiva in Italia, l’uso dei media vecchi e nuovi e  verifichi il suo grado di qualità": è il commento di Lucia Moreschi, responsabile del Dipartimento Junior di MDC.

"Le dichiarazioni del Presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni – si legge in una nota – pronunciate  davanti alla Commissione Infanzia, dove stamattina si trovava per parlare del rapporto tra ragazzi e media, nell’ambito dell’indagine conoscitiva su questi temi, trovano pienamente concorde l’associazione da tempo impegnata nel monitoraggio dei fenomeni socio-culturali considerati più a rischio per i minori, con J-Radar, l’ osservatorio permanente che ha segnalato numerose violazioni sia in campo televisivo che pubblicitario del Codice di autoregolamentazione TV e Minori".

"La qualità del servizio televisivo in chiaro – ha commentato Moreschi – è così scadente che bisognebbe effettuare una denuncia all’Autorità ogni giorno, ora più che mai, è importante ed epocale il passaggio da una concezione di "quantità dell’ascolto" a "qualità del prodotto radiotelevisivo", con un occhio più attento proprio agli spettatori più indifesi".

Comments are closed.