TFR. Oltre 700 mila le nuove adesioni ai fondi pensione

Scelte di destinazione del TFR: il totale degli iscritti ai fondi pensione negoziali era di 1.645.546 al 31 dicembre 2006 ed è di 2.017.611 al 30 giugno 2007, con un aumento di oltre 370 mila iscritti. I nuovi iscritti ai fondi aperti sono 200.000 e 155.000 le nuove adesioni ai PIP. Le nuove adesioni esplicite ai fondi pensione attraverso il versamento del TFR sono state, nei primi sei mesi dell’anno, circa 727 mila. Sono i dati resi noti dal Ministero del Lavoro che ha presentato le prime valutazioni, aggiornate al 30 giugno, sulla previdenza complementare.

Secondo il Ministero, ai dati sulle adesioni ai fondi pensioni negoziali, ai fondi aperti e ai PIP bisogna aggiungere quelli relativi a coloro che al 30 giugno non hanno operato alcuna scelta esplicita: si arriva così a un tasso di adesione del 34-35%, considerato in linea con le previsioni di arrivare entro la fine dell’anno a un tasso di adesione complessiva del 40%. Alle oltre 700 mila adesioni dovrebbero poi aggiungersi quelle tacite, pari a circa il 10-15% dei lavoratori dipendenti, 1,2 milioni se si considera il 10% di 12,2 milioni di lavoratori dipendenti.

Secondo le valutazioni presentate, i fondi pensione negoziali dei chimici, dell’Enel, degli addetti all’energia hanno raggiunto tassi di adesione pari all’80%; si collocano oltre il 40% i fondi pensione dei metalmeccanici, delle telecomunicazioni, della gomma plastica, delle poste, degli autoferrotranviari; situazione di criticità sono invece presenti nei settori in cui c’è un’ampia diffusione di piccole e piccolissime imprese quali il commercio e l’artigianato, dove è alta anche la presenza di giovani. In questi settori il tasso di adesione è inferiore al 5%, a fronte di un numero elevato di potenziali aderenti, superiore ai 5.000.000 di lavoratori.

Comments are closed.